BALLOTTAGGIO: LE RISPOSTE DI DINO GENTILE ALLE NOSTRE DOMANDE

Abbiamo pubblicato ed inviato pochi giorni fa anche ai giornali il nostro articolo intitolato "Ballotaggio: domande e impegni per i candidati sindaco" ( http://www.biella5stelle.it/content/ballottaggio-domande-e-impegni-i-can... ).

Abbiamo formulato alcune domande peri i candidati Sindaco di Biella, che affrontano temi a nostro giudizio fondamentali per la città. E come promesso diamo visibilità alle risposte ricevute sui canali di comunicazione del M5S BIELLA. E in Consiglio Comunale ci impegneremo affinché le promesse fatte non vengano dimenticate.

Abbiamo pubblicato le risposte date da Marco Cavicchioli ( http://www.biella5stelle.it/content/ballottaggio-le-risposte-di-marco-ca... ), ecco di seguito quelle ricevute da Dino Gentile.

- - -

QUA DI SEGUITO LE RISPOSTE RICEVUTE DA DINO GENTILE
1.PARTECIPAZIONE E BILANCIO: Ti impegni a ridurre il debito, evitando di farlo con la svendita di immobili/patrimonio pubblico? Cosa ne pensi dell'attuazione di un Bilancio Partecipativo a Biella come avviene in altri Comuni italiani?

Direi proprio che sulla riduzione del debito pubblico del Comune di Biella, la giunta da me guidata ha fatto tutto quanto possibile, abbattendo l’indebitamento di ben 18 milioni di euro in 5 anni, portandolo da 68 a 50 milioni.
Tale impegno è stato assunto nella consapevolezza e nella coscienza di non dover lasciare in eredità alle future generazioni debiti accumulati da chi mi aveva preceduto.
L’unico modo per poter garantire investimenti in opere pubbliche, senza aumentare l’indebitamento attraverso i mutui (che aumentano gli interessi passivi) è quello di intercettare fondi da Regione ed Europa; così abbiamo fatto noi in questa legislatura, portando nelle casse del Comune fondi per oltre 20 milioni di euro, cofinanziati solo al 10%. Così abbiamo realizzato – e stiamo realizzando – importanti opere pubbliche in città, riducendo al contempo l’indebitamento del Comune.
La stessa politica deve essere ripetuta in questa legislatura in quanto esistono fondi Europei disponibili per queste finalità.
Per quanto riguarda l’attuazione di un bilancio partecipato, bisogna intenderci sulla parola “partecipato”, individuando nel concreto autentici strumenti di condivisione popolare.
La nostra presenza nei quartieri, con due passaggi di confronto con i cittadini, è servita a raccogliere indicazioni e critiche costruttive che abbiamo cercato di calare all’interno della programmazione di bilancio.
L’amministrazione ha già da tempo attivato un innovativo progetto di informatizzazione chiamato “Polis”, all’interno del quale si potrà inserire una finestra dedicata al dialogo continuo tra Amministrazione e Cittadini.

2.LAVORO E AMBIENTE: Quali azioni intendi attuare per potenziare il turismo, sostenere e promuovere le startup, la Green Economy (compresa la riconversione energetica e la coibentazione degli edifici) e la Strategia Rifiuti Zero a Biella?

Sul tema del turismo dobbiamo essere chiari e sinceri: ad oggi, Biella, non è ancora un prodotto turistico.
Noi pensiamo lo possa diventare, portando un nuovo modello di sviluppo, legato alle progettazioni dell’OCSE (Organizzazione Cooperazione e Sviluppo Economico).
Per poter fare di Biella e del Biellese un vero “prodotto turistico” si deve costruire un percorso accompagnati da tour operator nazionali ed internazionali che partecipino fin da subito alla creazione delle mete turistiche e alla loro commercializzazione.
Questo è quanto è stato fatto nelle aree di maggior sviluppo turistico del mondo, come Miami (uno dei casi di successo, dove da soggiorno per anziani ricchi, si è passati a meta turistica di primo livello mondiale), ed alcune delle città di medie dimensioni europee.
Il nostro turismo, infine, dovrebbe sfruttare in modo originale, con adeguate riconversioni, le strutture di archeologia industriale che sono inserite in un contesto ambientale unico al mondo.
Non esistono solo le start up, ma si deve parlare di impresa e imprenditori.
Noi pensiamo sia necessario creare il tessuto vitale in cui chi ha un’idea possa incontrare chi cerca idee da finanziare; questi luoghi nel mondo esistono già, sono i BIC (Business Innnovation Center) dove giovani startupper e imprese storiche si confrontano su idee innovative e costruiscono nuove imprese che restano insediate sul territorio.
Nei BIC nascono imprese innovative, sia nei settori tradizionali, sia in quelli legati alla green economy. Il vantaggio di queste strutture è di permettere a chi ha idee di poter trovare i giusti interlocutori per realizzarle.
Il vero valore è l’innovazione, non il mero concetto di impresa.
La teoria “rifiuti zero” prospettata da Paul Connet è un obiettivo impegnativo, conseguibile utilizzando un mix di interventi che adottino un’adeguata struttura impiantistica, votata alla selezione e al recupero totale dei materiali provenienti dalle raccolte, sfruttando e ottimizzando sistemi di “domiciliare spinta”.
Biella necessita certamente di un’ulteriore “salto di qualità” nei servizi di recupero, puntando ad un contenimento dei costi operativi, attraverso la riduzione dei passaggi per la raccolta del materiale indifferenziato (unica strategia affinché all’aumento della raccolta non aumentino i costi al cittadino in bolletta).
Aspetto fondamentale da sviluppare entro la fine dell’anno è l’adozione di una politica tariffaria che si ponga l’obiettivo di adeguare le bollette pagate dai cittadini, utilizzando il metodo di tariffazione puntuale (quanti più rifiuti “indifferenziati” produco, tanto più pago).
Questa strategia deve essere legata alla ridefinizione dell’impiantistica del Polo Tecnologico di Cavaglià che deve puntare in futuro non solo ad un ruolo di trattamento dei rifiuti indifferenziati ma ad assumere capacità selettiva dei materiali, avviando, ad esempio, al recupero di plastiche e cartone che attualmente finiscono in discarica.

3.SOCIALE: Ti impegni a rendere Biella una città Slot-Free riducendo drasticamente l'economia legata al gioco d'azzardo (243 milioni di euro ogni anno solo nella Prov. di Biella)? Ti impegni a evitare investimenti di risorse pubbliche in opere di dubbia utilità sociale come il rifacimento di Piazza Duomo e, piuttosto, a salvaguardare realtà come, ad es., la Mensa dei Poveri?

Per l’ennesima volta vale pena di ricordare, a chi non mastica di bilancio pubblico, che le spese per investimenti (che portano comunque lavoro sul territorio alle famiglie che lavorano per la realizzazione delle opere pubbliche) non possono essere dirottate nella spesa corrente (spesa in cui rientrano anche le voci legate al sociale).
Il mantenimento o l’incremento del welfare, quindi, potrà verificarsi solo con una equilibrata politica fiscale, tenuto conto che i trasferimenti nazionali e regionali si sono ridotti drasticamente nel corso degli ultimi anni.
Visto che il recupero di piazza Duomo è tra gli incubi peggiori del centro sinistra (dopo che ben due sindaci di quell’area politica ne hanno sempre promesso la concretizzazione) è, invece, per noi precisa scelta urbanistica: ridare respiro a una piazza del centro, libera dalle auto, e consegnarla ad una funzione di “agorà” su cui intendiamo scommettere, con il coinvolgimento dei cittadini, a partire dai giovani.
Il tema del gioco d’azzardo è stato affrontato in Consiglio Comunale, ed ha trovato una posizione trasversale tra le forze politiche, risolute a volerlo limitare al massimo nei termini previsti dalla legge.
Va ricordato, infatti, che in tale materia, nessuna autorizzazione specifica deve essere rilasciata dal Comune, ma bensì dalla Questura.
Con questo organo si può contrattare un dimensionamento quantitativo delle autorizzazioni, anche in raccordo con le associazioni che si occupano del fenomeno della dipendenza dal gioco.
Sempre sul tema “sociale” vorrei infine sottolineare il valore della nuova città del benessere e della salute come prospettiva di sviluppo locale, anche in relazione alle opportunità derivanti dal nuovo ospedale di Biella, dalle nostre fondazioni sanitarie e da coloro che hanno deciso di investire sul territorio nel settore della salute pubblica.

4.SOCIETA' PARTECIPATE: Ti impegni a effettuare le nomine nelle società partecipate esclusivamente in base alle competenze dei candidati rifiutando il criterio della lottizzazione politica? (Ricordiamo a tal proposit l'impegno già proposto anzitempo a tutti i Candidati Sindaci: http://www.biella5stelle.it/content/firmatequi-antonella-buscaglia-lanci... )

Questo è uno dei punti fondamentali dell’accordo programmatico che ho preteso da tutte le componenti che appoggiano la mia candidatura.
Già oggi, comunque, va ricordato che la norma impone che all’interno dei Consigli d’amministrazione delle partecipate, due su tre dei componenti debbano essere dirigenti o funzionari dell’Ente locale, senza aggravi di spesa per la pubblica amministrazione, né aumenti di stipendio per gli stessi. Il loro compenso va direttamente nelle casse del Comune di appartenenza.
Questa norma ha, di fatto, asfaltato i “poltronifici” da prima Repubblica, lasciando all’assemblea dei Comuni una esclusiva funzione di indirizzo e controllo.
La nomina oggi riguarda soltanto quattro figure remunerate di presidente. Tutte le altre nomine sono a titolo puramente gratuito, anche se mettono in capo ai componenti dei CdA rilevanti responsabilità, anche personali.

5.TRASPARENZA: Ti impegni a rendere il Consiglio Comunale visibile via web in diretta streaming e a creare un archivio dei video registrati, indicizzandoli per argomenti trattati, così che possano essere consultati facilmente dai cittadini?

Tutta l’attività amministrativa è già oggi reperibile sul sito del Comune, grazie al progetto “Polis”, uno dei primi in Italia per capacità di interazione tra Ente locale e cittadini.
Più volte il Consiglio Comunale è stato ripreso in diretta televisiva, proprio per garantire la massima trasparenza nei confronti della cittadinanza.
La possibilità di riprendere attraverso il video streaming le sedute non è altro che la naturale prosecuzione di quanto abbiamo già fatto fino ad oggi. Grazie al sistema informatico, poi, sarà possibile per chiunque accedere e scaricarsi i video.