Consiglio comunale del 9/9/2014: 2 mozioni del M5S approvate e 2 bocciate

Erano passate le 22 quando le luci di Palazzo Oropa si sono spente su un Consiglio Comunale che ha visto per la prima volta discutere mozioni presentate dal M5S Biella. Delle otto mozioni che Antonella Buscaglia e Giovanni Rinaldi hanno depositato da metà giugno ad oggi al comune di Biella, sette erano all’ordine del giorno, due approvate , due bocciate e tre rimandate al prossimo consiglio per raggiunti limiti di tempo.

La prima mozione discussa ad essere approvata era riferita all’8 per mille del gettito Irpef, con la richiesta di permettere ai contribuenti di destinarlo al rinnovo o l’adeguamento degli edifici scolastici". La consideriamo una vittoria dei i cittadini, conseguente all’emendamento n. 1.1014 presentato dal nostro deputato Francesco Cariello e diventato legge nel dicembre scorso. La seconda, anche se discussa per ultima, ad essere approvata, per altro all’ unanimità, impegnava la giunta a rivedere la manutenzione dei campi da gioco comunali.

Delle due mozioni bocciate, la prima chiedeva l’assegnazione di incarichi dirigenziali nelle società partecipate con garanzie di meritocrazia e massima trasparenza sulla scelte degli stessi adottando il sistema di pubblicazione dei C.V., considerato che , da D.L. 196/03, il richiedente può firmare per il consenso al trattamento dei dati che avrebbe permesso di verificare se il sindaco, che ha facoltà di scegliere e dare indirizzo politico, assegni i suddetti incarichi ANCHE valutando meriti e competenze.

L’altra mozione, se approvata, avrebbe dato la possibilità a persone disoccupate o in grave stato di disagio, di ottenere in maniera prioritaria, la nomina di scrutatore presso i seggi elettorali , salvaguardando il criterio di rotazione che, ad oggi non sembra essere rispettato, la bocciatura è stata motivata dal fatto che sussistevano problemi tecnici scarsamente illustrati, l’assessore Zago si è comunque impegnata a definire, con la commissione elettorale, l’indirizzo più consono a tale scelta.

Per ora il sindaco, la sua maggioranza e anche buona parte dell'opposizione, preferiscono(o preferisce?) tutelare quello che ormai pare essere un diritto acquisito dai politici, e cioè continuare a nominare dirigenti e scrutatori con criteri di opportunismo puramente politico tralasciano meritocrazia e necessità.

Movimento 5 Stelle Biella
Antonella Buscaglia
Giovanni Rinaldi