L'ATL del nulla

Solo "Expo", si è parlato solo di questa come iniziativa turistica Biellese!
Nessuna proposta e nessuna prospettiva di fronte per risvegliare il nostro Biellese dal torpore in cui è caduto.
La scusa sono sempre i soldi, che mancano, che sono risorse solo per la sopravvivenza.
Il credito che atl Biella vanta verso la Regione Piemonte è indiscutibile: 600.000 euro sono molti e gli stipendi devono essere pagati, con ancora un bellissimo sito in costruzione. Il Movimento si chiede a cosa serva un bellissimo sito se dietro non esistono attrattive turistiche.
Durante la campagna elettorale, in un confronto al Piazzo ci sentimmo dire, da tutti gli altri candidati sindaci, che il turismo non era prioritario, che non avevamo possibilità ed internet non serviva a questo scopo.
Ora, dopo 6 mesi si costruisce un sito web (10.000 euro ben spesi se il sito è ben fatto!) con l'intenzione di fare "web marketing territoriale", tutto quel che era stato da noi proposto e snobbato, soprattutto dall'attuale Sindaco .
Il problema rimane, cosa attrae il turista? Cosa viene a vedere? Il turismo "sacro" è tutto quello che ci serve? Ci basta?
Le montagne? Le colline? La natura? E soprattutto, i nostri patrimoni ed eccellenze che aiuto avranno da EXPO2015?
Ve lo diciamo noi: NESSUNO!
Se atl, in partnership con privati (oltre che coi contributi ci Regione e Comune ecc), non studia, non cerca, non inventa, non organizza eventi di rilievo, eventi culturali, eventi sportivi, eventi di promozione eno-gastronomica, cosa verranno a vedere i turisti? Cosa li attrarrà nel nostro territorio?
Expo2015 non basta e non è un investimento a lungo termine. Purtroppo però "Expo" è tutto ciò che è uscito ieri sera in Commissione Turismo.
Bene il sito web e la promozione internet, ma da Carisio al Piazzo vogliamo mettere due cartelli stradali che indichino la direzione per raggiungere il Piazzo? Qualche brochure nei negozi che indichino dove mangiare e cosa visitare la vogliamo stampare e distribuire? Cerchiamo sponsor e lavoriamo per il territorio sul territorio, non c'è bisogno di andare a Milano per ritrovare la nostra Biella.

Tags: