M5S: interrogazione sul Tempio crematorio

Il nostro consigliere Giovanni Rinaldi, dopo aver bloccato la delibera che consentiva di raddoppiare l'impianto della Socrebi in consiglio comunale, si è impegnato a vagliare una montagna di documenti al fine di chiarire meglio le conseguenze che potrebbero ricadere sul Comune.
Ieri ha depositato un interrogazione, inviata al sindaco e all'assessore ai lavori pubblici Sergio Leone, avendo rilevato che, il 28 maggio 2018 il Comune sollecitava la suddetta ditta a ottemperare a quanto dovuto nel rispetto del contratto e richiedeva le polizze di assicurazione contro terzi, il tutto ben due anni dopo l'avvio dell'impianto.
A questo punto il M5S Biella pone due interrogativi:

1 come mai il Comune è stato così tollerante nei riguardi di Socrebi?
2 la Socrebi ha prodotto tutte le polizze?

Sappiamo che Codacons sta preparando una class action che vede coinvolte oltre 300 persone che, avendo subito un danno psicologico gravissimo, hanno tutti i diritti ad essere risarciti dai responsabili di tale danno.
Ora il quesito è il seguente: chi sono i responsabili? se Socrebi non aveva le polizze necessarie sarà il comune a risponderne in solido?
Naturalmente il M5S Biella si auspica, per il bene di tutti i cittadini, sia quelli danneggiati sia quelli che rischiano di vedersi aumentare le tasse per pagare i debiti riferiti ai danni, che il Comune abbia svolto un azione di vigilanza che, seppur tardiva, risulti sufficiente.

Attendiamo risposte esaustive da parte del sindaco.