No ai parcheggi a pagamento presso il nuovo ospedale

Il MoVimento 5 Stelle Biella è assolutamente contrario ai parcheggi a pagamento presso il Nuovo Ospedale. Porteremo il caso in Consiglio regionale interrogando l’assessore alla Sanità Antonio Saitta. Stiamo parlando infatti di posti auto pertinenziali alla struttura sanitaria, il cui costo di manutenzione deve essere compreso nei costi di gestione del nosocomio stesso. Ci lascia perplessi la stipula di una convenzione tra ASL e Comune di Ponderano in cui quest’ultimo si impegna a provvedere alla gestione del parcheggio, privato ma di uso pubblico, come se fosse una normale azienda fornitrice di servizi.
Quanto costerà la manutenzione ordinaria di 500 posti auto? Non troppo, se limitato alla pulizia dei posti auto e delle corsie di accesso, alla rimozione della neve in inverno ed al taglio erba d’estate.
Quanto costerà invece gestire il complesso meccanismo di prelievo della tassa per il parcheggio? Probabilmente molto di più. Occorre infatti considerare l’installazione di parchimetri e/o dispositivi di controllo accessi, i costi di manodopera per controllo e manutenzione dispositivi, la segnaletica orizzontale e verticale, ecc.  Probabilmente sarà incaricata una ditta esterna con dichiarato scopo di lucro, che intaccherà abbondantemente il ricavo delle riscossioni.
Il nostro timore è che gli incassi del parcheggio saranno utilizzati anche per provvedere alle strade di accesso, alla sorveglianza e ad altre incombenze che non riguardano direttamente il parcheggio. Questi oneri dovrebbero invece essere già a carico della sanità pubblica, ricompresi nei costi generali di gestione dell’intera struttura. Probabilmente la vicenda non è stata ben gestita sin dalla fase iniziale, ma arrivati a questo punto non è tollerabile scaricare i costi sul cittadino che paga già abbastanza per la sanità pubblica ed ha diritto ad un servizio completo.
Il MoVimento 5 Stelle Biella sostiene che i costi della gestione del posteggio pertinente all’ospedale debbano essere a carico della sanità, e che è scorretto imporre ai cittadini quest’ulteriore gabella.
Oltretutto il trasporto pubblico per raggiungere il nuovo ospedale è pessimo, pertanto si auspica che le amministrazioni comunali di tutti i paesi del biellese e la Provincia di Biella facciano la propria parte per il miglioramento del trasporto pubblico “da” e “verso” la struttura sanitaria.