Tiro a Volo: qual è lo stato di inquinamento?

Il Comitato di Tutela Ambientale Biella, da agosto 2014, seguito il sorgere di problematiche di convivenza, ha coadiuvato iniziative d’intermediazione giuridica tra l’Amministrazione del Comune di Biella, l’impianto Sportivo Tiro a Volo ubicato in c.so Alberto Rivetti fin dal 1934 ed alcuni Cittadini residenti. Dalla difficile situazione creatasi è emersa un’attività sportiva particolarmente rumorosa per le deflagrazioni delle armi da sparo vicine alle abitazioni. La
struttura, inoltre, è collocata in un’area verde “particolarmente protetta” come previsto da piano regolatore di Biella, un’ area sottoposta a vincolo paesaggistico ed idrogeologico.
Numerose sono state le segnalazioni per abbandono di rifiuti sul terreno circostante, tra cui l’area agricola adiacente con coltivazioni alimentari, unitamente alle acque del torrente Cervo adiacente, quale pallini di piombo e parti del piattello utilizzato, con conseguente intervento della Pubblica Amministrazione di Biella per la necessaria richiesta di bonifica.

Anche l’Azienda Regionale per la Protezione Ambientale Biella ha eseguito i necessari accertamenti tecnici, la cui relazione, datata novembre 2015, riporta elementi di giudizio di
un’area ambientale inquinata. In sintesi il rapporto cita: “… tra i metalli si rileva un superamento dei limiti tabellari del piombo …. Le concentrazioni maggiori si riscontrano nell’area antistante la zona di tiro (campione 2) e risultano compatibili
con l’attività di sparo storicamente condotta. .. Nei punti 2 – area di tiro e 3 – terreno agricolo si rilevano superamenti di quasi tutti gli IPA – Idrocarburi Policiclici Aromatici normati dal d.lgs 152/2006…… la sommatoria degli IPA superano anche i limiti per i siti ad uso commerciale/industriale.”
Il Comitato di Tutela Ambientale Biella chiede all’Amministrazione del Comune di Biella provvedimenti urgenti necessari alla compatibilità dell’Impianto Sportivo Tiro a Volo Biella riguardo alla Tutela Ambientale, sia sul fronte Rumore, sia sul fronte inquinamento terra/Aria/acqua
Il Movimento 5 Stelle Biella, rappresentato dai Consiglieri Comunali Antonella Buscaglia e Giovanni Rinaldi, sul caso, ha presentato una MOZIONE Comunale con la quale chiede all’Amministrazione del Comune di Biella di avviare un CONFRONTO CONOSCITIVO in seno alla Commissione Consiliare competente, per riferire al Consiglio Comunale in merito al quadro complessivo circa la compatibilità di tale insediamento sportivo unitamente all’indirizzo risolutivo per quanto concerne:

  • lo stato attuale d’inquinamento dell’area;
  • la valutazione dell’insediamento dell’impianto sportivo e le sue responsabilità in merito
    all’impatto ambientale;
  • provvedimenti necessari risolutivi in un contesto d’interessi giuridici violati e/o ritenuti
    violati;
  • possibilità, per il Comune di Biella, di costituirsi parte civile, se vi si ravvisasse
    giuridicamente responsabilità oggettive del TAV;
  • valutazioni in merito alla bonifica dell’area;

    Tags: