Raccolta differenziata: perché gli onesti devono rimetterci?

Alcuni cittadini, da settimane, lamentano il fatto che si siano appesi dei cartelli minacciosi alle porte dei loro ascensori condominiali. Le poco velate minacce annunciano multe per chi non effettua nel modo corretto la raccolta differenziata.

Riportando alcuni punti sottolineati da questi cittadini giriamo all'assessore Diego Presa le seguenti domande :
1- come si fa a riconoscere in un condominio la famiglia che non effettua correttamente la raccolta differenziata se la raccolta è cumulativa?
2- in mancanza di raccolta porta a porta, anche le persone che, con estrema puntualità e precisione, effettuano la raccolta saranno multate?
3- quale sarà l'importo di tali ammende?
4- non è l'ennesima punizione per le persone oneste e il continuo farla franca di chi ignora l'indispensabile necessità di raccogliere i rifiuti in modo differenziato?
5-Prima di parlare di sanzioni non sarebbe meglio attuare punti fondamentali per raggiungere la raccolta porta a porta spinta?

Osservazioni sul Pirogassificatore

Lo scorso 14 dicembre il MoVimento 5 Stelle Biella ha presentato formali osservazioni relative alla procedura di giudizio di assoggettabilità a V.I.A. dell’impianto di cogenerazione, meglio noto come Pirogassificatore, presentato dalla ditta Wood Energy s.r.l.
Tali osservazioni, supportate da oltre 230 firme raccolte fra residenti in città e in comuni limitrofi, si basano soprattutto su perplessità in ordine di tutela della salute pubblica e sulla mancanza di informazione e di trasparenza verso i cittadini.
Inoltre recenti studi hanno dimostrato che l’impatto in termini di polveri sottili per questo tipo di impianto, a parità di potenza erogata, è di circa quaranta volte quelle emesse da un impianto a gas naturale .
Il MoVimento 5 Stelle ha chiesto alla Provincia di sospendere i termini per il rilascio del parere di assoggettabilità a V.I.A. e di informare adeguatamente i cittadini fornendo gli strumenti adeguati per permettere loro di decidere in quale modo approvvigionarsi di energia.
Il MoVimento 5 Stelle ha inoltre invitato la Provincia a prendere contatti con il Sindaco di Biella, città in cui sorgerebbe l’impianto in progetto, il quale si è recentemente impegnato a favore di una corretta informazione su opere pubbliche rilevanti tenendo conto della volontà popolare per le decisioni in merito.
Per tipologia di servizio erogato riteniamo che quest’opera, pur essendo privata, sia indubbiamente di pubblico interesse e, qualora venisse realizzata mediante l’erogazione di fondi pubblici, assimilabile a un’opera pubblica.

Diga in Valsessera, perchè tanta fretta del governo sulla Valutazione di Impatto Ambientale?

Di recente, in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato l’estratto del provvedimento di Valutazione di Impatto Ambientale del progetto che da tempo cittadini e comitati osteggiano.
"Per questo" annuncia il deputato M5S Mirko Busto (commissione Ambiente) "ho ritenuto importante sollecitare un cenno da parte del ministro Gian Luca Galletti in merito a una possibile anomalia nell’iter autorizzativo".
"Infatti" illustra Busto "all’interno della Commissione che ha effettuato la Valutazione d’Impatto Ambientale uno dei commissari è anche l’autore di uno degli studi presi in esame dalla stessa commissione. Alla luce di tale evidente conflitto, sottolineiamo di nuovo la possibile anomalia dell’iter e chiediamo al Ministro di darci risposte certe in merito".
“La zona della Baraggia, a valle della diga, si trova ai piedi delle Alpi e di conseguenza beneficia di un bacino idrografico immenso – affermano i Consiglieri regionali M5S Andrissi, Bertola e Bono - se bisogna iniziare a fare interventi per tamponare la crisi d'acqua indotta dal cambiamento climatico, allora siamo rovinati. Forse si vuole coltivare il riso anche sui cosiddetti terrazzamenti proglaciali? Una sfida assurda considerando anche i problemi a cui stanno andando incontro i risicoltori di pianura a causa dell'assenza di dazi. Il Consiglio regionale del Piemonte, approvando una nostra mozione, si è già dichiarato contrario a quest'opera. Un aspetto che il Governo non può non tenere in considerazione”.

Cos'è il TTIP?


Sabato 6 dicembre il Movimento 5 Stelle organizza, una conferenza dal titolo: Cos'è il TTIP? Parteciperanno Manlio Di Stefano (Cittadino in Parlamento) e Tiziana Beghin(Cittadina in Parlamento Europeo) entrambi nostri rappresentanti che si occupano di commercio ed affari esteri.
Ci spiegheranno nel dettaglio come il Trattato Transatlantico definirà i criteri nelle relazioni commerciali internazionali Europa -Usa. Questo, sarà argomento che riguarderà tutti noi in diversi aspetti del nostro vivere, la nostra agricoltura, la nostra industria, e anche la nostra tavola, poiché riguarderà anche le norme che si applicano per la salvaguardia del Made in Italy e le importazioni alimentari.

Ritrovo con aperitivo presso il Museo del Territorio alle ore 19:00 (offerta consigliata 10 €) e a seguire alle 20.30 circa si inizierà la conferenza con gli interventi dei nostri portavoce.
Vi aspettiamo numerosi!!

Doppietta in consiglio comunale!

No, non ci siamo portati un'arma in consiglio comunale ma solo due mozioni di buon senso che hanno voluto chiedere la chiara espressione della maggioranza sull'indirizzo politico che li accompagnerà in questo quinquennio.

La prima mozione che chiedeva una chiara e concreta presa di posizione del Comune e di conseguenza della Provincia al NO alla DIGA sul Sessera è passata coi voti della maggioranza e del M5S. Auspichiamo che si definiscano anche i "rapporti" del comune con il Consorzio della Baraggia agendo direttamente sulla delibera 129 del 13/10/2009 rimodulando l'oggetto della delibera che vincola troppo rigidamente il comune di Biella ad "approvare la bozza di protocollo d'intesa che ne costituisce parte integrante per la realizzazione di iniziative di sviluppo del territorio della Baraggia Vercellese e Biellese.

La seconda mozione sulla trascrizione dei matrimoni omosessuali contratti all'estero apre la strada alla doverosa creazione di un registro delle unioni civili a Biella che parta dalle unioni eterosessuali per chiudersi con quelle omosessuali allargando i diritti a tutti coloro che vogliono condividere la vita familiare.
Il tempo è maturo, i diritti sono diritti e per questo innegabili.

Il Movimento 5 stelle attende inoltre di collaborare in commissione con la maggioranza e tutta l'opposizione sulla definizione delle tratte ed orari del nuovo anello urbano "allargato" per poter offrire insieme un servizio efficiente e utile.

Circo...ndiamoli di no!

A distanza di pochi mesi dall'ultima data, la città di Biella ospita nuovamente la kermesse circense che si avvale dell'uso degli animali come fonte di spettacolo. Le manifestazioni che utilizzano gli animali come scopo di divertimento sono profondamente diseducative.Gli animali sono costretti a compiere azioni innaturali, a subire una detenzione in spazi ridotti e a frequenti spostamenti che causano importanti stress termici, soprattutto in un periodo meteorologicamente instabile come questo. Gli esemplari in mostra sono il centro di uno spettacolo che non gli appartiene e gli spettatori molto spesso sono ignari dei metodi di addestramento, non sempre ortodossi e rispettosi della dignità degli animali. Inoltre è stato constatato che la città è invasa da volantini abusivi. A questo proposito ci auguriamo che i negozianti si oppongano alla diffusione delle locandine nei loro esercizi.
Il Movimento 5 Stelle Biella è contrario all'uso degli animali per le attività circensi e si augura che ben presto ci si renda conto che si può fare spettacolo anche senza il loro sfruttamento: gli animali non sono oggetti e meritano rispetto.

Facciamo chiarezza

Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Biella, insieme agli attivisti tutti, intende prendere le distanze dal neonato gruppo “Biella in movimento”, formato da alcuni ex attivisti che, non più in linea con le decisioni democratiche del movimento, hanno spontaneamente scelto di fuoriuscirne salvo poi creare un gruppo alternativo.

Purtroppo non possiamo che constatare come questo atteggiamento sia abitudinario, avendolo già sperimentato in casi recenti dagli stessi personaggi, che evidentemente hanno difficoltà ad approcciarsi alle scelte democratiche e preferisconoaffidarsi a motti e slogan di altri non capendone a pieno il senso.

I consiglieri del Movimento 5 Stelle ribadiscono che sono sempre pronti ad accogliere critiche e nuovi spunti, e che sono costantemente a disposizione della cittadinanza; grazie a questo tipo di approccio ad oggi, su 24 mozioni presentate dall'opposizione a partire dalla data di insediamento del nuovo Consiglio Comunale, e cioè luglio, 17 sono a nome Movimento 5 Stelle. Furono 12 le mozioni presentate dalle tutte opposizioni nel 2013, 20 nel 2012 e 26 nel 2011.

Il Movimento 5 Stelle Biella, già nei primi 5 mesi di attività Consiliare, si dimostra la più attiva e costruttiva forza di opposizione. Questo è il frutto di anni di lavoro e per questo motivo si ribadisce il principio che per cambiare Biella è necessario attivarsi e partecipare alla vita politica di questa città.

Consiglio comunale del 9/9/2014: 2 mozioni del M5S approvate e 2 bocciate

Erano passate le 22 quando le luci di Palazzo Oropa si sono spente su un Consiglio Comunale che ha visto per la prima volta discutere mozioni presentate dal M5S Biella. Delle otto mozioni che Antonella Buscaglia e Giovanni Rinaldi hanno depositato da metà giugno ad oggi al comune di Biella, sette erano all’ordine del giorno, due approvate , due bocciate e tre rimandate al prossimo consiglio per raggiunti limiti di tempo.

La prima mozione discussa ad essere approvata era riferita all’8 per mille del gettito Irpef, con la richiesta di permettere ai contribuenti di destinarlo al rinnovo o l’adeguamento degli edifici scolastici". La consideriamo una vittoria dei i cittadini, conseguente all’emendamento n. 1.1014 presentato dal nostro deputato Francesco Cariello e diventato legge nel dicembre scorso. La seconda, anche se discussa per ultima, ad essere approvata, per altro all’ unanimità, impegnava la giunta a rivedere la manutenzione dei campi da gioco comunali.

Delle due mozioni bocciate, la prima chiedeva l’assegnazione di incarichi dirigenziali nelle società partecipate con garanzie di meritocrazia e massima trasparenza sulla scelte degli stessi adottando il sistema di pubblicazione dei C.V., considerato che , da D.L. 196/03, il richiedente può firmare per il consenso al trattamento dei dati che avrebbe permesso di verificare se il sindaco, che ha facoltà di scegliere e dare indirizzo politico, assegni i suddetti incarichi ANCHE valutando meriti e competenze.

Il M5S porta la Strategia Rifiuti Zero a Biella: ecco il primo passo

E' dalla prima conferenza sugli inceneritori in Piemonte con Paul Connett (lo scienziato americano ideatore della Strategia Rifiuti Zero) nel 2008 che il MoVimento chiede che venga applicata al più presto la Strategia Rifiuti Zero. Sono passati 6 anni, tanti, troppi. Ma ora possiamo chiederlo con maggiore voce, perchè siamo cresciuti in termini di visibilità e ora possiamo contare anche dentro le istituzioni, come nel Comune di Biella.

Malgrado il nostro programma sia stato ripetutamente scopiazzato in campagna elettorale, i fatti come al solito tardano ad arrivare.

Antonella Buscaglia, portavoce del Movimento 5 Stelle: "Abbiamo presentato al Comune di Biella la prima mozione relativa alla strategia "Rifiuti Zero". La strategia, essendo molto articolata, necessita di diversi passaggi che, messi insieme permettono la riduzione della produzione di rifiuti e quindi la riduzione di rifiuti non riciclabili da conferire in discarica che come effetto ha una riduzione della tariffa rifiuti. Abbiamo iniziato con il compostaggio collettivo per partire da un aiuto alle famiglie, il regolamento sui rifiuti consente, infatti, in caso di auto gestione dell'umido tramite compostaggio domestico, uno sconto in bolletta fino al 20%.

Biella non è (ancora) una città a 5 stelle: la differenza tra Biella e Ragusa

Se il buongiorno si vede dal mattino, il primo saluto della nuova giunta comunale non è stato gradito dai commercianti biellesi, che si son visti aumentare la tassa sui rifiuti in maniera spropositata. La giunta Gentile e il Governo Renzi hanno contributo a generare questa situazione, resta il fatto che dilazionare l’ingente cifra che dovranno sborsare non pare essere la soluzione ottimale, caso mai è una toppa.

Il movimento 5 stelle si è sempre schierato a favore della raccolta puntuale, al kg e non al metro quadro, necessità che ora chiedono a gran voce anche i commercianti biellesi. Questa è una modalità che permetterebbe ai contribuenti di pagare solo per ciò che conferiscono effettivamente. E' uno dei diversi passi verso una Strategia Rifiuti Zero che può comportare nel Biellese un risparmio di risorse economiche, la creazione di nuovi posti di lavoro ed un migliore rispetto dell'ambiente.

Noi crediamo valga la pena di pensare anche ad altri esempi d'Italia. Ad es. a Ragusa, dove governa il M5S con Piccitto, questo aumento sulla TARI per i commercianti non c'è stato, anzi ci sono delle agevolazioni per chi è in zone che devono essere rilanciate economicamente!

Pagine

Abbonamento a Biella 5 stelle RSS