Si chiude con due mozioni approvate il ciclo di Giovanni Rinaldi.

Si chiude con due mozioni approvate il ciclo di Giovanni Rinaldi.
1 ottobre 2019 Maria Teresa Troietto

Biella, 30 settembre 2019
In una, sorprendentemente calda, giornata di fine settembre Giovanni Rinaldi è presente al suo consueto posto nell’emiciclo della sala consiliare di Palazzo Oropa ma , questo sarà il suo ultimo Consiglio Comunale, poi partirà la staffetta precedentemente concordata e condivisa tra i futuri consiglieri.
Il gruppo M5S-Biella si ritiene soddisfatto per l’approvazione di due mozioni, seppure con qualche emendamento che nulla tolgono alla sostanza delle proposte da noi richieste.
La prima si rivolge alla concertazione di un tavolo di lavoro sul tema Street-Art al fine di avvicinare i cittadini, proprietari di muri da destinare a tali opere, a una tipologia di arte che in altre città ha contribuito a far crescere il turismo e agli artisti che realizzeranno tali opere.
La seconda si aggancia a una delle nostre stelle: l’ambiente. Si chiede al comune di impegnarsi a destinare una cifra ( in base alla disponibilità economica) alla realizzazione di impianti fotovoltaici sui tetti dei condomini, avviando un bando di concorso con requisiti da concordare. Il progetto sarà a costo zero per il condominio, l’energia prodotta andrebbe a soddisfare i bisogni energetici delle parti comuni del condominio stesso mentre le eccedenze verrebbero dirottate verso gli impianti di energia elettrica, creando un sistema circolare di benefici sia economici, sia ambientali.
Ringraziamo Giovanni Rinaldi che, con il Consiglio odierno conclude il suo ciclo, per il lavoro svolto in questi anni e del quale siamo orgogliosamente fieri, sapendo che continuerà a dare il suo supporto come parte integrante e insostibuile del gruppo.
Sosteniamo Rocco Botta, che sostituirà Giovanni nell’importante ruolo di portavoce del gruppo, augurandogli buon lavoro!

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*