M5S Biella: Patelli VS Azzolina

M5S Biella: Patelli VS Azzolina
30 maggio 2020 Maria Teresa Troietto

Quanti di voi ricordano un intervento politico sostanzioso e concreto dell’onorevole Patelli? Se ne ricordate uno vi preghiamo di informarci.
La sua azione politica, finora, si è limitata a condivisioni sul suo profilo social degli interventi dei suoi colleghi parlamentari e/o critiche alla ministra Azzolina.
Gli unici interventi che conosciamo sono parole al vento e adesso addirittura il conteggio delle parole contenute in un Decreto Legge sulla scuola. Lo ha letto o meglio, ha contato quante volte ha trovato la parola “studente”.
Le è sfuggito che proprio quel decreto permetterà l’assunzione di 80 mila precari che garantiranno la continuità didattica proprio agli studenti. Non ha notato che saranno selezionati i docenti migliori da mandare in cattedra, i più preparati.
Le è anche sfuggito che ci sono 1,45 miliardi da destinare alla scuola, ricorderà la Patelli che proprio la sua area politica con la Gelmini ministro dell’Istruzione, tagliò 10 miliardi all’Istruzione impoverendo l’offerta formativa e snaturando l’Istruzione Tecnica e Professionale che tanto è utile per formare i tecnici e tutte quelle figure intermedie che hanno fatto grande il nostro Paese.
Quel provvedimento venne votato soprattutto dal suo partito. Ma l’onorevole Patelli preferisce contare le parole o peggio ancora mettere dei “like” a vergognosi attacchi sessisti rivolti alla ministra così come abbiamo denunciato sulla nostra pagina Facebook. Ma dall’on. Patelli di più non ci possiamo aspettiamo anzi, ci chiediamo quali siano le sue competenze visto che fa parte della commissione cultura?
La ministra Azzolina con il decreto appena varato inizia a restituire dignità alla Scuola, agli Insegnanti e agli Studenti, se invece di contare le parole l’onorevole Patelli ne avesse compreso i contenuti, avrebbe scritto altro. E visto che non ha compreso l’azione di governo della ministra Azzolina evidenziamo che in 4 mesi di Ministero di cui 3 in pandemia, ha digitalizzato in tempo da record le domande per le graduatorie dei docenti e degli ATA, sino a dicembre ancora cartacee, ha trasformato le graduatorie di istituto in provinciali, ha stanziato, oltre quanto già citato, 800 milioni per l’edilizia scolastica.
Prenda appunti onorevole Patelli.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*