28 settembre 2020 Maria Teresa Troietto
Per l’esponente della Lega Alessandro Piccolo (Cossato) la mancanza dell’attivazione dei servizi pre e post scuola, è colpa di qualcun altro. Questa volta la scelta è caduta sulla Ministra Azzolina. Cogliamo l’occasione per complimentarci con la Lega biellese, per il briciolo di firme raccolte per richiederne il “licenziamento”. Ne erano state raccolte di più per impedire allo stesso partito di far costruire l’ennesimo supermercato nella sola Cossato. Ma, tornando alla questione dei servizi pre e post scuola, ci teniamo a sottolineare come le competenze dei medesimi, spettino agli enti locali, magari coordinati da una regione che in accordo con le ASL vada a disegnare delle linee guida territoriali, specifiche. Non spetta certo al Ministro dell’Istruzione. Il Ministero dal suo canto ha già precisato da mesi (come si evince anche dalle FAQ consultabili sul sito ufficiale al punto N°20 vedi link) che: pre e post scuola sono assolutamente consentiti nel rispetto delle linee generali di contenimento dell’epidemia. Invece, assistiamo da tempo al classico scarica barile tipico degli esponenti di destra che attualmente governano Regione e Comune, un’opera di disinformazione questa, a nostro avviso scandalosa, volta a coprire l’inefficienza e i ritardi di chi concretamente dovrebbe occuparsi di questi servizi.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*