M5S Biella: risposta scritta insufficiente all’interrogazione GePi

M5S Biella: risposta scritta insufficiente all’interrogazione GePi
5 marzo 2020 Maria Teresa Troietto

Il gruppo Movimento 5 Stelle Biella comunica che, a fronte della nostra interrogazione a risposta scritta del 18 dicembre 2019 ove chiedevamo al sindaco Corradino e all’assessore competente se intendevano firmare la convenzione GePi  al fine di attivare i PUC (progetti utili alla collettività) , riceviamo il 2 marzo 2020, quindi ben oltre i 30 giorni previsti dal regolamento, una risposta non pertinente alla domanda in essere.

Riteniamo che, essendo un diritto da parte di un consigliere presentare interrogazioni a risposta scritta sia conseguentemente dovere imprescindibile di un assessore fornire una risposta esaustiva. Ribadiamo di aver atteso pazientemente per circa tre mesi e a tutt’oggi non abbiamo alcuna indicazione da parte della giunta, se non un accenno generico a una delibera che non è nemmeno stata allegata alla mail. Gradiremmo inoltre decidere autonomamente se la richiesta di risposta scritta è superata dal presunto eccellente operato dell’assessore.

Se hanno compiuto dei passi nella giusta direzione ci fa piacere, ma non ci possiamo considerare soddisfatti della risposta ricevuta, se l’assessore Scaramuzzi non è in grado di ottemperare al suo dovere di scrivere un testo adeguato sposti la discussione in aula e trattiamola come interrogazione orale.

Considerato il recente aumento di stipendio di cui ha beneficiato l’attuale giunta ci aspettavamo decisamente di meglio.

Intanto restiamo ancora in attesa di sapere se hanno firmato la suddetta convenzione, della quale non è stata fatta alcuna menzione nella mail.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*